Sigarette Elettroniche

Somiglianze e Differenze tra Sigaretta Industriale e Sigaretta Elettronica

La percezione che abbiamo delle sigarette elettroniche è che siano state inventate negli ultimi 5 anni, perchè effettivamente sono apparse sul mercato, vendute sia nei negozi fisici che negli store online, in maniera massiccia soltanto negli ultimi anni. Tuttavia la loro nascita ed il loro sviluppo risalgono agli anni ’20 del 900. Il primo ad aver brevettato questo tipo di dispositivo alternativo alla sigaretta a combustion fu Joseph Robinson, il quale nel 1927 depositò all’ufficio brevetti di New York un’invenzione chiamata Vaporizzatore ad accensione meccanica a butano, tuttavia l’idea non prese mai forma. Circa 40 anni dopo, Herbert Gilbert riprese l’intuizione di Robinson e brevettò un dispositivo a batteria, la quale scaldandosi faceva evaporare il liquido aromatizzato. Nonostante lo stadio di ingegnerizzazione del progetto di Gilbert fosse praticamente lo stesso delle odierne sigerette elettroniche, anche in questo caso il suo ideatore accantonò l’idea. Le e-cigarette come le conosciamo oggi devono, infine, il loro definitivo sviluppo al medico e farmacologo cinese Hon Lik, che nel 2002 decise con convinzione di investire nello sviluppo di questo nuovo genere di sigarette.

Somiglianze Sigaretta a Combustione e Sigaretta Elettronica

Gli elementi che hanno permesso ad Hon Lik di far diventare il suo prodotto uno dei più amati e venduti della storia sono diversi. In primo luogo, l’elemento che dette il definitivo slancio fu lo sviluppo e la meccanizzazione di un microprocessore che potesse essere contenuto in un piccolo cilindro, quindi di forma molto simile a quella di una sigaretta industriale. Questo fu particolarmente ricercato dal suo inventore poichè egli aveva compreso il valore che negli anni aveva assunto la sigaretta: un significato di libertà e in generale di status symbol. Quindi che le e-cigarette fossero il più simili possibili alle normali sigarette era non solo un bisogno ma un’assoluta necessità. Seguendo questa tendenza di fedeltà con la sigaretta industriale è stato poi sviluppato anche un led di colore rosso/arancione che simula la combustione nel momento in cui si aspira dal beccuccio.

Le Vere Differenze tra Sigaretta Elettronica e Sigaretta Industriale

Se quindi ci sono alcune somiglianze estetiche tra sigarette elettroniche e sigarette industriali, le analogie finiscono qua perchè sia il funzionamento che gli effetti certificati dai molti studi condotti sono estremamente differenti. In primo luogo, nella sigaretta a combustione il principio naturale di funzionamento è dovuto all’ossigeno di cui è composta l’aria che respiriamo: questo funge da combustibile e permette quindi che la pellicola di carta e il tabacco brucino insieme e producano il fumo il quale, per mezzo dell’aspirazione, percorre tutta la sezione della sigaretta fino alla bocca. Al contrario, per la sigaretta elettronica non avviene nessuna combustione: il sensore tramite la membrana rileva con l’inalazione, così la batteria genera corrente e questa riscalda la bobina che a sua volta vaporizza il liquido, infine il led si accende simulando così i comuni colori della combustione della sigaretta. Conseguenza del totale differente funzionamento è anche l’impatto che le due sigarette hanno sulla nostra salute. Molti studi hanno infatti dimostrato che sia l’utilizzo di aromi che quello dei vaporizzatori (“svapatori” in gergo) sono assolutamente meno dannosi delle sigarette industriali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *